CONTINUIAMO A DIFENDERCI DA CALDO E AFA

Ciao, continuiamo con i consigli per questa calda e umida estate!

 

Aglio, Cipolla, Scalogno, Prezzemolo, Origano, Salvia, Rosmarino, Maggiorana, Timo, Anice, Cardamomo, Cumino, Curcuma, Zafferano, Senape e Zenzero

Usati nelle giuste quantità sono preziosissimi aiuti per il nostro benessere, ci proteggono da molte problematiche, come dimostrano sempre più studi, e ci aiutano a metabolizzare questo eccesso di Umidità ambientale, ma attenzione ad eccedere, sono quasi tutte di natura Tiepido/Calda, potrebbero farvi comparire segni di Calore come afte buccali, agitazione emotiva, sensazione di calore nella defecazione con feci più maleodoranti del solito, la moderazione è sempre la via migliore!

Acciughe, Sgombri e Sardine

Il fantastico Pesce Azzurro che fa bene a tutto, anche al portafogli!
Costa pochissimo e ha delle qualità eccellenti, facciamone scorpacciate specialmente in estate e nelle località di mare!

Uva e Cocomero

Tutta la Frutta è rinfrescante ma questa ha anche azione diuretica e di drenaggio dei liquidi in eccesso, consigliata per tutte le signore Calorose che hanno gambe gonfie.
Moderazione anche in questo caso.

Riso basmati, Orzo, Segale, Mais

Introduciamo nella nostra dieta la maggior varietà possibile di alimenti, proviamo a riscoprire quelli che mangiavano i nostri nonni che erano sicuramente più sani e forti di noi. Di Cereali ad esempio ne abbiamo una varietà incredibile e mangiamo sempre la stessa Pasta di Grano!
Riso, Farro, Avena, Sorgo, Grano Saraceno… in particolare per questo periodo vi consiglio Riso basmati, Orzo, Segale e Mais.

Fagioli Adzuki

Lo stesso vale per i Legumi, cibi eccezionali che soltanto occasionalmente sono presenti sulle nostre tavole:
ricchissimi di nutrienti e leggeri, abbinati a cereali e semi oleosi o frutta secca, sono un pasto equilibrato e facilmente digeribile.
La regola aurea dei vecchi contadini era “Colazione da Rè, Pranzo da Principe e Cena da Povero” ed anche oggi è quantomai vera!
Dobbiamo imparare a mangiare molto a Colazione e poco a Cena, invece facciamo tutti il contrario con il risultato di dormire male di notte, svegliarci appesantiti al mattino e alla lunga ingrassare e sviluppare molti altri problemi.
La notte è fatta per dormire, non per digerire, una cena leggera vi darà grandi benefici nel tempo.

 

Tutto va bilanciato, non è bene improvvisare, c’è un equilibrio da rispettare ed ognuno di noi ha il suo!
La dietetica della Medicina Tradizionale Cinese ci indica gli alimenti più adatti da introdurre, lo stesso consiglio non va bene per tutti, siamo tutti diversi perciò ciascuno ha bisogno di indicazioni specifiche in relazione alle sue problematiche.

Non sottovalutare l’alimentazione per la risoluzione dei tuoi problemi, siamo quello che mangiamo!
Una corretta alimentazione può dare risultati sorprendenti.

 

Matteo Bertelli – Esperto in Medicina Tradizionale Cinese

 

DIFENDIAMOCI DA CALDO E AFA!

Gran Caldo e Umidità?
Niente paura, ci viene in aiuto la Dietetica della Medicina Tradizionale Cinese!

Come hai capito dallo scorso articolo Dietetica Cinese – parte 1, ogni Alimento ha delle azioni specifiche sul nostro corpo in funzione del suo Colore, Forma, Temperatura e Sapore, perciò possiamo sfruttarli a nostro vantaggio.
Vediamo quali sono quelli che ci aiutano a fronteggiare questa Calura e Afa estiva:

Tè Verde con Menta

Berci degli ottimi tè verdi è uno dei modi migliori per rinfrescarci!
I Tè sono utilizzati da sempre in Oriente per le loro molteplici virtù, aiutano a rimuovere le tossine, eliminare i liquidi in eccesso, migliorano la concentrazione, favoriscono circolazione e digestione e sono dei validi sostituti ai troppi caffè che siamo abituati a bere. Ogni tipo possiede delle caratteristiche particolari che li rende adatti a precise condizioni: quelli Verdi, non sottoposti a fermentazione, sono i più rinfrescanti in assoluto, meglio ancora se insieme a delle foglie di Menta.
Ma attenzione alla preparazione, il Tè non va lasciato troppo in infusione, specialmente quello Verde che è più delicato non va infuso più di 1’30” in acqua non bollente, altrimenti si rovina ed assume un gusto sgradevole!

Ortica

Erba molto interessante e poco utilizzata, unisce la caratteristica di rinfrescare lainterno del nostro corpo, data la sua natura Fresca, con quella di nutrire il Sangue, azione molto importante per la Medicina Cinese.
Gustiamocela nelle varie ricette regionali.

Ravanelli, Lattuga, Sedano, Funghi, Zucca e Rapa

Tutte Verdure che alleviano il Calore ed aiutano a eliminare l’Umidità.
Calore, Umidità, Freddo e Vento, sono fattori atmosferici ma anche condizioni che ci riguardano intimamente nella visione Orientale. I processi fisiologici, le patologie, le condizioni emotive e tutto il resto che accade nel nostro corpo sono assimilabili proprio ad esse:
bruciori, rossori, gonfiori, sono un Calore;
apatia, pesantezza, testa vuota, indicazioni relative allaUmidità;
rigidià, blocchi, freddolosità, alcuni segni del Freddo;
spasmi, tic, contrazioni involontarie, sono infine attribuibili al Vento.
L’Umidità in special modo è una condizione alla quale stare attenti, è considerata come qualcosa di vischioso e appiccicoso che crea molti problemi all’interno del nostro corpo: “incollando” non permette il corretto fluire di tutti i nostri processi fisiologici e può dare digestione lenta, sonnolenza e intontimento dopo i pasti, feci molli, patina linguale spessa
Purtroppo i cibi che creano maggiormente Umidità sono anche i più buoni: Latticini e Dolciumi sono in assoluto quelli che apportano la maggior quantità di Umidità proprio per la loro natura, ma attenzione anche ad abusare di patate e pomodori.
Questo non significa che siano da demonizzare, nessun cibo lo è, ma va usato per le condizioni appropriate! Esistono persone che hanno bisogno di essere Umidificate e che possono introdurre quantità limitate di Latticini, in tutti gli altri casi è consigliabile ridurli specialmente se avete già problemi intestinali o digestivi.
Dei Dolciumi sappiamo tutti che non sono salutari e che sono solo uno sfizio.
Siamo abituati a ingerire gli alimenti senza osservare le reazioni che ci provocano, non contano solo le calorie e i nutrienti, ogni cibo interagisce con noi in qualche modo ma abbiamo perso la capacità di ascoltarci. Non è terrorismo psicologico ma credo sia interessante essere consapevoli delle reazioni e delle relazioni tra noi e il cibo.
Detto questo la vita va anche goduta, uno stravizio ogni tanto tira su di morale!
Ho scritto ogni tanto, non ve ne approfittate…

Questo è solo il primo assaggio, per dubbi e curiosità contattatemi!
A presto con altri consigli…